5 mar 2015

YEAH!


Domenica sera, il giorno prima del Big Day, dopo aver ripassato il mio discorso circa una ventina di volte, mi sono addormentata costruendo nella mia mente scenette immaginarie in cui uscivo dalla sala della discussione in lacrime, scusandomi con i presenti e urlando FACCIO SCHIFO!!! 

E invece no, è andato tutto bene. Non ho fatto schifo. Non sono nemmeno inciampata cadendo rovinosamente dall'alto delle mie décolleté che metterò sì e no tre volte l'anno. Non ho rotto l'unico paio di calze velate nere comprate appositamente per l'occasione. E, miracolo, niente pioggia come avevano previsto. Il Big Day è arrivato e se n'è andato velocemente, una mitragliata di emozioni, di sorrisi, abbracci stretti, profumo di alloro e sapore di spritz.

Note frivole:
1. Come si intravede nella foto, il make-up del giorno non era niente di ché, principalmente perché era l'ultimo dei miei pensieri. Mi sono affidata al mio solito trucco passepartout (più o meno uguale a questo) fatto con la santa e adorata Naked. Come base avevo il fondotinta Like a Doll di Pupa, tanta cipria e un blush rosa a caso. 
2. Per quanto riguarda l'outfit, presto farò un video in cui mostro per bene tutto l'ambaradan. Indossavo un vestito a pois bianchi e neri e una giacca corta semplice, con una perlona gigante sul davanti. Li ho presi entrambi in un negozio delle mie zone che vende cose carine made in Italy a prezzi più che accettabili. La marca è Pitta Milano, nel caso qualcuno la conoscesse. L'insieme era forse un po' troppo bon ton per i miei gusti, ma essendo un'occasione speciale ho scelto di vestire in modo più elegante del solito. 
3. Parliamo del colore delle calze. Ero indecisa fino all'ultimo se metterle color carne (leggermente abbronzate, non color fantasmino come me) o nere velate. Della serie, i problemi della vita. Alla fine ho optato per quelle nere velate perché secondo me, in generale, sono più fini. 
4. L'ultima nota frivola va alle scarpe. Se anche voi siete prossime al Big Day e come me non siete in grado di camminare come una persona normale sui tacchi, vi consiglio vivamente di portarvi un paio di scarpe di ricambio per il dopo-discussione.

10 commenti:

  1. COMPLIMENTIIIIIIIIII!!! :****

    RispondiElimina
  2. Congratulazioni Saraaa!!! :D Un bacione

    RispondiElimina
  3. Complimentiiiiiii!!!! :D un bacione!!!

    RispondiElimina
  4. Congratulazioni Dottoressa! È incredibile come giornate così attese e preparate passino alla velocità della luce lasciando quasi la sensazione di aver ricevuto due sberle, tante sono le emozioni che si provano ed alternano!
    Ad Maiora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Clau! Ora mi sento un po' spaesata, ho mille ansie e paure per il futuro, ma al tempo stesso tanta voglia di fare. Spero per il meglio, tieni le dita incrociate per me!

      Elimina